L’intervista al candidato sindaco Alex Pennacchio (49 anni, docente di Lingua Inglese) in campo per le elezioni amministrative 2019 a Lovere con la lista civica “L’Ago di Lovere“.




Perché ha scelto di candidarsi alla carica di Sindaco?
Fin da adolescente sono sempre stato appassionato di politica e, nel corso degli anni, ho partecipato attivamente alla vita amministrativa di Lovere per quattro mandati amministrativi, durante i quali ho ricoperto la carica di consigliere delegato allo Sport e ai Giovani, all’Istruzione, assessore alla Cultura e Istruzione e vicesindaco. Da qui la scelta di candidarmi per il mio paese e per i miei concittadini. L’esperienza mi ha insegnato che se da un lato l’impegno civico comporta dei grossi sacrifici per le innumerevoli responsabilità che ti pone dinnanzi, dall’altro ti avvicina molto alla gente e può dare anche grandi soddisfazioni.

A quali partiti fa riferimento la vostra lista civica?
Riunisce persone di diversa appartenenza politica nella condivisione di un programma di lavoro per Lovere. La lista è costituita da candidate e candidati di tutte le età e professioni, ben rappresentativi della realtà loverese.

Una lista di continuità rispetto all’amministrazione Guizzetti?
“L’Ago di Lovere” ha amministrato il paese negli ultimi dieci anni e il risultato del nostro lavoro è sotto gli occhi di tutti. Ora L’Ago di Lovere si ripresenta a questo nuovo appuntamento elettorale con un nuovo candidato sindaco e una lista in parte rinnovata, ma forte dell’esperienza maturata in tutti questi anni di lavoro. Da qui l’impegno a portare avanti una linea di continuità con la precedente amministrazione, ultimando i progetti in cantiere e attivando la realizzazione di ciò che è già stato finanziato.

Doti che ritiene di possedere per amministrare nel modo migliore?
Competenza ed esperienza… per crescere, ancora!

Quale sarà la sua azione amministrazione in caso di vittoria?
Sarà prioritario intervenire sulle aree idrogeologicamente problematiche del Trello e della località Cornasola per garantire agli abitanti sicurezza e tranquillità, per loro e per le loro case. Anche l’immobile che ospita la scuola media subirà un ampliamento con la creazione di nuove aule attrezzate e un’aula magna.

C’è un ruolo strategico che il Paese potrebbe occupare nel contesto della nostra provincia?
Lovere è un paese di ricco cultura e di luoghi da visitare quali, ad esempio, l’Accademia Tadini, la Basilica di Santa Maria, il Santuario delle Sante loveresi, la torre civica. Ad essi si aggiungerà il nuovo polo museale con un museo archeologico e una nuova, moderna sede per il Museo civico di Scienze naturali. Sempre nello stesso immobile verrà ristrutturata la caserma dei Carabinieri, altra realtà importante che, quotidianamente, garantisce sicurezza alla vita dei cittadini. Lovere in questi ultimi anni ha conosciuto una crescita turistica esponenziale, grazie alle numerose iniziative proposte(festival dei Borghi, Notte romantica, BorgoVivo, Lovere back to Jazz, Memorial Stoppani, tappone Giro d’Italia, ecc.). La completa riorganizzazione dell’Ufficio iat ha garantito ai turisti e ai visitatori puntualità e grande professionalità nella diffusione delle informazioni, tanto che lo IAT di Lovere nel 2018 ha registrato il record provinciale quanto a ingressi di turisti italiani.

Come descriverebbe ad un turista il Paese per il quale si candida?
Ne parlerei come di un paese VIVO, ricco di storia, di cultura, teatro, possibilità di svago e di praticare diversi tipi di sport, dove rilassarsi in riva al lago mangiando un ottimo gelato. Lovere è bello anche da vivere perché, nonostante le dimensioni di paese, offre dei servizi che si possono trovare in una città di medie dimensioni.

Come intende affrontare le situazioni di marginalità sociale del suo territorio?
L’Ago di Lovere ha sempre prestato molta attenzione ai bisogni degli anziani e delle fasce più deboli della popolazione. Accanto ai numerosi servizi già attivati e che verranno potenziati, realizzeremo fra qualche mese un RIFUGIO per donne maltrattate, che sarà un punto di riferimento non solo per Lovere, ma per tutto il comprensorio.

Candidati Consiglieri: Bianchi Francesco, Buelli Germana, Conti Gianluigi, Faustini Ricci Silvano, Guizzetti Giovanni, Macario Nicola, Parisi Patrizia, Pizzoni Gemma, Raponi Sara, Rossi Vanessa, Soavi Gianluca, Urgnani Simonetta.

Tutti i sindaci intervistati da socialbg.it




I candidati non ancora contattati che avrebbero piacere ad una intervista senza tagli o interpretazioni possono mandare un messaggio alla pagina facebook socialbg. Grazie

Tagged in:

,

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli