Home VITA BERGAMASCA MONTAGNA Elezioni 2019 Zogno, intervista al candidato sindaco Carlo Ghisalberti

Elezioni 2019 Zogno, intervista al candidato sindaco Carlo Ghisalberti

765
CONDIVIDI
candidato sindaco Carlo Ghisalberti

L’intervista al candidato sindaco Carlo Ghisalberti (37 anni, tecnico di laboratorio) in campo per le elezioni amministrative 2019 a Zogno con la lista civica “CITTADINI ZOGNO”.



Perché ha scelto di candidarsi alla carica di sindaco?
Ho scelto di candidarmi perché amo il mio Paese e perchè il gruppo, di cui faccio parte, ha ritenuto di darmi fiducia per rappresentare la linea politica e amministrativa della lista “CITTADINI ZOGNO”.

Tre doti che ritiene di possedere per amministrare nel modo migliore?
Rispetto, onestà e responsabilità.

Cosa rimprovera all’amministrazione attuale in questi anni? Ravvisa errori importanti?
Preferisco glissare a questa domanda perché ritengo importante parlare dei problemi degli Zognesi e non su ciò che è stato fatto bene o male. La nostra proposta si basa su una alternativa di ascolto dei cittadini.

Che ruolo strategico potrebbe giocare Zogno in provincia di Bergamo?
Zogno è di per se strategico essendo il Comune più popoloso della Valle Brembana e centro di servizi per la cittadinanza vallare. Mi piacerebbe che Zogno venisse nominato nel resto della Provincia, non per l’eterna incompiuta (Variante di Zogno) ma per le bellezze del suo territorio e la spiccata capacità lavorativa dei suoi abitanti.

Cosa manca al paese che lei si impegnerà, se eletto, a concretizzare?
Le scelte politiche-amministrative vanno affrontate con occhio scrupoloso e attento al
bilancio; partendo da questo presupposto lavoreremo da subito su nodi fondamentali quali viabilità, lavoro e scuola. Inoltre, sarà nostra premura spingere in tutte le sedi istituzionali per permettere la realizzazione della bretella del Monte di Zogno: opera strategica per rendere vivibile il centro di Zogno e dare nuova linfa al centro storico.

Come descriverebbe a un estraneo il paese per il quale si candida?
Zogno è bellissimo, contenuto in un ambiente naturale. C’è possibilità di praticare
attività sportive all’aperto, ci sono percorsi turistici, enogastronomici e molteplici attività di svago. Nel medesimo tempo è anche un punto di partenza per visitare la Valle Brembana (magari pedalando lungo la nostra bellissima ciclopedonale che porta fino a piazza Brembana passando da San Pellegrino Terme).

Quale è oggi la difficoltà maggiore nell’essere sindaco?
Questa domanda deve farla al Sindaco Ghisalberti attualmente in carica. Io sono solo
Ghisalberti Carlo(😊).

Come intende affrontare le situazioni di marginalità sociale del suo territorio?
Non dobbiamo nasconderci: ci sono molteplici situazioni di fragilità. Detto ciò riteniamo fondamentale coinvolgere il mondo dell’associazionismo, gli oratori, il centro di primo ascolto, le parrocchie, le stesse forze di pubblica sicurezza… tutte queste sono realtà indispensabili per il paese e devono avere un rapporto costante con l’Amministrazione.

Il suo politico di riferimento (anche passato) e perché?
All’età di diciassette anni avevo il poster del Che in camera da letto mentre in età più adulta sono rimasto ammaliato da Enrico Berlinguer e dal suo pensiero politico: cioè quello di avere una società a misura d’uomo. Massima stima e rispetto per entrambi.

A un indeciso in cabina elettorale cosa gli suggerirebbe per farsi votare?
Ad un indeciso gli direi di credere in noi e al progetto; abbiamo il cuore ben piantato a
Zogno, ma con un occhio rivolto verso… L’EUROPA, perché il nostro futuro è lì.

Tutti i candidati sindaci intervistati da socialbg.it



CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here