L’intervista al candidato sindaco Michele Sarchielli (49 anni, artigiano) in campo per le elezioni amministrative 2019 a Almenno San Salvatore con la lista “Per Almenno” sostenuta dalla Lega Salvini e dalla lista civica “Noi Almenno”



Perché ha scelto di candidarsi alla carica di sindaco?
Per il bene del mio Paese dopo i disastri della lista di sinistra Almenno viva.

Tre doti che ritiene di possedere per amministrare nel modo migliore?
Ascoltare, decidere, fare.

Cosa rimprovera all’amministrazione Brioschi in questi cinque anni? Ravvisa errori importanti?
L’essere arrogante e di non essere presente sul territorio, in mezzo ai problemi della gente. L’errore più grande è stata l’incapacità amministrativa dimostrata ampiamente non solo dai vari ricorsi a Tar (pgt e supermercato) ma dalle strade comunali con le buche da epoca romanica.

Cosa manca al paese che lei si impegnerà, se eletto, a concretizzare?
Fare comunità. Fare squadra con i cittadini per risvegliare un Paese spento. Tra le opere il sotto passaggio alle 5 vie che grazie alla raccolta firme ed al mio interessamento in provincia è stato autorizzato. La scuola: serramenti e porte da cambiare. La palestra comunale da mettere mano con manutenzione ordinaria e straordinaria.

Sul nuovo supermercato qual è la sua posizione?
Contrario. Opera inutile che danneggia piccoli commercianti e non solo, oltre che un peggioramento della viabilità e di conseguenza meno sicurezza per i cittadini. Tutto per una sola sala civica prevista dalla convenzione sottoscritta dal Comune. Nulla di più.

Come descriverebbe ad un estraneo il paese per il quale si candida?
Una Ferrari in attesa del suo Michael Schumacher.

Quale è oggi la difficoltà maggiore nell’essere sindaco?
La burocrazia.

Come intende affrontare le situazioni di marginalità sociale del suo territorio?
Potenziando i servizi sociali, i gruppi di ascolto e la collaborazione con le associazioni e enti preposti già presenti sul territorio.

Il suo politico di riferimento (anche passato) e perché?
Matteo Salvini per la voglia di fare le cose e di stare in mezzo alla gente ascoltando e cercando di risolvere i problemi.

A un indeciso in cabina elettorale cosa gli suggerirebbe per farsi votare?
Ti chiedo fiducia con la promessa di fare del mio meglio per lasciare il nostro Paese più bello e migliore di come lo abbiamo trovato.

Candidati Consiglieri: Scarpellini Cristian, Cornali Lavinia, Locatelli Paolo, Greppi Raffaella, Capelli Roberto, Capelli Patrizia (Ornella), Rota Roberto, Amoruso Francesca, Roncelli Yuri, Carminati Onorina, Manzoni Ivan, Rossi Barbara.

Tutti i sindaci intervistati da socialbg.it




I candidati non ancora contattati che avrebbero piacere ad una intervista senza tagli o interpretazioni possono mandare un messaggio alla pagina facebook socialbg. Grazie

Print Friendly, PDF & Email

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli