Chicco Cerea, il cuoco stellato del ristorante Da Vittorio, è l’ospite d’onore il 27 novembre (ore 17) all’inaugurazione del “laboratorio a vista” del CorMarket


Un’attività portata avanti dalla famiglia Cornolti di Sorisole che dal 2012 sfoggia l’onorificenza di “Storica attività” della Regione Lombardia. L’executive chef della Cantalupa di Brusaporto taglierà il nastro di un negozio di vicinato che diventa open space con i clienti che possono osservare in diretta la preparazione di pasta fresca e ripiena e soprattutto dei casoncelli, rigorosamente bergamaschi, secondo il disciplinare depositato in Camera di Commercio (vedi la ricetta). Una specialità da veri intenditori che ristoratori e boutique gastronomiche della città si contendono.

Lo chef stellato Chicco Cerea, amico di famiglia del CorMarket

Lo chef stellato Chicco Cerea, amico di famiglia del CorMarket


Il segreto di un buon casoncellospiega il titolare Sergio Cornoltisono gli ingredienti accuratamente selezionati. Per esempio una farina pregiatissima macinata a Mantova, il pangrattato esclusivo di una bottega di Milano e la carne che arriva direttamente dalla nostra macelleria di casa”. Se a tutto ciò ci si aggiunge una lunga tradizione di famiglia e una passione indomabile per il lavoro il risultato in tavola è garantito. Anche con un filo d’olio extravergine e un spolverata di parmigiano i casoncelli Cornolti sono un piatto sopraffino da leccarsi i baffi. Ma non solo.

Sergio Cornolti

Sergio Cornolti, titolare del CorMarket di Sorisole


Perchè nel “laboratorio a vista” s’impastano scarpinocc, tortellini, foiade e tutta una serie di prodotti “super freschi” da consumare entro una settimana dall’acquisto. Quella del CornMarket di via Zambelli (a metà strada tra le frazioni di Petosino e Azzonica)  è una storia lunga più di cento anni. Una storia di famiglia iniziata ai primi del Novecento in via Roma con il primo forno di Sorisole che sfornava il pane per tutto il paese. Sergio Cornolti per resistere all’invasione della grande distribuzione si è dovuto differenziare. “In sostanza abbiamo puntato tutto sulla qualità e da venerdì i nostri clienti potranno seguire dal vivo ogni fase della lavorazione: anche la cottura degli arrosti con i quali “gonfiamola pasta”.

Il Cormarket di via Zambelli a Sorisole

Il Cormarket di via Zambelli a Sorisole


Rispetto ai casoncelli commerciali la differenza di prezzo, riferita a un chilo di prodotto, è all’incirca di un euro che si sente poi tutta in bocca. Il marketing di Sergio e dei fratelli Remo, Fabio e Marco si declina con l’uso ponderato del telefono. “Chiamo gli “affezionati” del market e li avviso della novità in preparazione. Prendo l’ordinativo e consegno a domicilio. Il resto lo fa il passaparola della gente che apprezza quanto facciamo”. Negli anni il CorMarket serve le principali sagre dei paesi, e arrivano richieste da tutta la Lombardia. Graduati della Guardia di Finanza ed esponenti politici di alto livello arrivavano apposta a Sorisole per acquistare i prodotti della famiglia Cornolti: oltre ai casoncelli anche pancette, salami.

I fratelli Cornolti

I fratelli Cornolti


Visto l’approssimarsi del periodo natalizio – conclude Sergio – comincerà l’assalto per zamponi e cotechini”. Ma non mancano anche le sperimentazioni: breasole speciali lavate nel vino bianco e tenute “in ammollo” con spezie speciali. (Bruno Silini) Google

Print Friendly, PDF & Email

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli