Il sindaco di Sorisole Stefano Vivi si è appassionato della storia (pubblicata dal Corriere e da Libero) dei bambini di quarta elementare della scuola cittadina “Gabriele Camozzi”, in gita scolastica al centro sociale Cascina Ponchia, nel quartiere di Monterosso a Bergamo. Per rafforzare l’afflato didattico della prestigiosa scuola di via Pinetti, il sindaco Vivi ha pensato bene di scrivere una missiva alla dirigente scolastica Barbara Mazzoleni. “Con spirito di sincera collaborazione – si legge nella lettera – e nell’esclusivo dei bambini, le rappresento la disponibilità di questa Amministrazione ad ospitare i piccoli delle suddette classi presso la nostra Baita “Siltri” nel Comune di Mezzoldo, dove gli studenti potranno godere dell’ambiente montano, approfondire quelle che sono le tradizioni e le usanze legate all’alpeggio, alla transumanza e apprendere l’economia legata all’allevamento e alla vita rurale“. Se la dirigenza accettasse l’invito formale i ragazzi potranno, con l’aiuto degli insegnanti, prodursi in un parallelismo tra la vita fervida ed esplosiva di un centro sociale e le attività agricole che caratterizzano una baita di montagna.


Ci è sembrato bello – spiega Vivi – manifestare la disponibilità ad ospitare i bimbi della quarta elementare della scuola Camozzi alla nostra baita “Siltri” in alta Valle Brembana dove continuano le antiche pratiche contadine dei nostri nonni che spesso i nipoti non conoscono. I bimbi sono come i fiori, vanno annaffiati con la bellezza del mondo“. Il sindaco Vivi evita di tracciare un rating estetico tra le azioni elaborate da un centro sociale e le pratiche casearie di un rifugio valligiano. Solamente, nell’interesse dei ragazzi, propone un’opportunità extra-curriculare, secondo lui, didatticamente valida. La Baita Siltri, da diversi anni, è al centro di un percorso didattico che vede impegnati la Proloco e l’Istituto comprensivo di Sorisole e Ponteranica in percorsi formativi legati alla transumanza. Il progetto recupera, a partire dai cenni storici, l’attività di conduzione dei bovini in alpeggio durante il periodo estivo, attività assiduamente praticata dalle comunità di Ponteranica e Sorisole da oltre 500 anni. Per il deputato leghista Daniele Belotti (che sulla visita al centro sociale Cascina Ponchia aveva presentato una interrogazione al ministro dell’Istruzione) ha accolto con favore l’iniziativa di Vivi.Bellissima idea – precisa – .Ai bambini va insegnato a stare nella natura, ad apprezzare la montagna e il mondo rurale, non certo, come ha fatto qualche irresponsabile insegnante, bisogna portare i ragazzi a lezione da chi spacca vetrine e inneggia alla totale illegalità“. Da indiscrezioni sembra che la direttrice della scuola voglia procedere con un provvedimento disciplinare verso l’insegnante che ha portato i bambini al centro sociale. “Infatti, nel progetto dì conoscenza del quartiere – spiega Belotti – non era prevista la visita a Cascina Ponchia“. Il sindaco Vivi ha ricevuto un riscontro favorevole dalla dirigente scolastica Mazzoleni la quale “ha ringraziato per la disponibilità dell’amministrazione di Sorisole”.


La lettera ufficiale del sindaco Vivi


Print Friendly, PDF & Email

Tagged in: