Avere nei paraggi Elena Pedrini per chiudere, con il pranzo della Befana, il ciclo delle feste natalizie sarebbe è un bel botto di fortuna soprattutto per i golosi che mai si priverebbero del dolce a fine pasto.


elena pedrini

Elena Pedrini con il diploma di pasticcere dell’Alma


Con un diploma appena conseguito alla prestigiosa Alma (la Scuola Internazionale di Cucina Italiana) Elena Pedrini non avrebbe problemi a reperire commensali per il dessert dell’Epifania. Con alle spalle una solida formazione alberghiera all’Ipssar di San Pellegrino la giovane di Bonate Sopra è nel gruppo dei 41 neo-professionisti di Pasticceria Italiana “licenziati” dal Maestro Gualtiero Marchesi.

Adesso sono pronti per entrare a pieno titolo nel mondo del lavoro proponendo squisitezze declinate attraverso sei qualità fondamentali: tradizione, innovazione, passione, rigore, talento e disciplina. Dopo un percorso formativo di sette mesi, tra la sede della scuola a  Colorno (Parma) e stage nelle strutture al top del nostro Paese Elena ha affrontato l’esame finale. A valutarla, insieme al corpo docente di ALMA guidato dallo chef Matteo Berti, Coordinatore Didattico dell’Area Pasticceria, c’era una commissione “di stelle”, composta da alcuni dei più rinomati interpreti dell’arte dolciaria italiana.

I dolci di Elena Pedrini hanno conquistato il Maestro Pasticcere per eccellenza, Iginio Massari, affiancato da colleghi come Giovanni Pina, Alessandro Servida, Ezio Marinato e Lucca Cantarin. La dolcezza in tavola non teme la “forzatura” delle quote rosa. Infatti, dei 41 diplomati, 27 sono donne.

Elena appartiene alla Regione “più dolce” d’Italia in quanto dalla Lombardia provengono ben otto studenti. Completano il podio di questa speciale classifica, entrambe con cinque diplomati, il Lazio e la Puglia.

L’entusiasmo di Elena monta su Fcebook. Ha postato l’immagine del diploma con l’inequivocabile commento: “Finalmente”.

Una menzione particolare merita Elisa Pagni, che è risultata il miglior studente in assoluto della XXI edizione. Classe 1993, Elisa è originaria di Pontedera, Pisa: dopo il diploma di maturità scientifica, si è iscritta ad ALMA, al Corso Tecniche di Base di Pasticceria, per coltivare la sua passione. Poi la decisione di proseguire nel percorso professionalizzante, passando al Corso Superiore: Elisa ha svolto il periodo di stage presso la prestigiosa Pasticceria Martesana di Milano, sotto la guida del mentore Davide Comaschi, più volte campione italiano di Pasticceria, medaglia d’argento alla Coppa del Mondo di Pasticceria di Lione nel 2011, medaglia d’oro al World Chocolate Masters di Parigi nel 2013, nominato Pasticcere dell’Anno 2014/15.

L’augurio più grande a tutti gli studenti da parte del corpo docente di ALMA è quello di raggiungere importanti risultati come è stato per i diplomati che li hanno preceduti: ad esempio, Giulia Cerboneschi, Miglior Pasticcera Emergente 2016 per il Gambero Rosso e Serena Baiano, chef pasticcera del Ristorante “Venissa”, da pochi giorni insignito di una stella Michelin. (Bruno Silini)

Print Friendly, PDF & Email

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli