i primi lavori offerti dal sindaco di sorisole
L’appello alla comunità del sindaco di Sorisole, Stefano Vivi, ha dato i suoi frutti. Pressato dalle continue richieste da parte dei suoi concittadini che avevano perso il posto di lavoro s’era sfogato su Facebook chiedendo a chiunque avesse a disposizione delle posizioni professionali aperte, anche quelle “che gli italiani non vogliono più fare”, di dargliene cortesemente comunicazione. Un messaggio con finalità pratiche per tentare di rispondere ai padri e alle madri di famiglia che avevano assoluto bisogno di un’entrata per mantenere la famiglia. “Brave personeaveva dichiarato in una intervista a L’Eco di Bergamo raccolta dalla corrispondente Gabriella Pellegrini e pubblicata il 18 gennaio 2017che sono disponibili a fare qualsiasi lavoro onesto. Non possiamo rimanere indifferenti, bisogna fare squadra, dobbiamo dare una risposta, in un paese che trova miliardi per tutti, dalle banche ai finti profughi, non possiamo abbandonare chi ha avuto la sfortuna di incappare nel tritacarne della crisi economica. E non raccontateci più la favoletta che gli italiani certi lavori non li vogliono fare, perché ve ne porto a decine di onesti disoccupati disposti a tutto“.

A distanza di qualche settimana alcuni imprenditori della Bergamasca hanno fatto sapere al sindaco di quali professionalità avevano bisogno. E sempre su Facebook, nei gruppi dedicati al paese, lo stesso sindaco ha pubblicato le prime offerte. Così scrive su Facebook: “Devo dire che alla fine, quello che era uno sfogo, ha dato i suoi frutti. Ringrazio i vari soggetti, imprese e privati che hanno risposto al mio appello sul lavoro. In comune sono pervenute numerose offerte di lavoro”.  Tra le segnalazioni pervenute troviamo: a) Manutentori meccanici ed elettromeccanici per assistenza apparecchi di sollevamento (scrivere a [email protected]), b) giardiniere (va bene anche ex contadino o ex operaio) per lavoro part time al mattino; c) venditore arredamento presso noto marchio, uso computer Cad; d) operatore d’ufficio centro assistenza caldaie (scrivere a [email protected] Potete inviare il curriculum anche a me in comune, provvederò a farlo arrivare agli interessati”.

[paypal_donation_button]

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

, ,

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli