Recentemente l’universo dei social è stato sconvolto da una notizia che ha fatto il giro del mondo in poche ore. Chiara Ferragni non è più la influencer con più followers al mondo. Infatti, dopo anni di incontrastato dominio anche la bella bionda dagli occhi chiari è stata superata su Instagram da un ragazzo di 21 anni di nome Khaby Lame. Entrambi vantano quasi 24 milioni di followers, ma il tiktoker di Chivasso risulta avanti di qualche migliaio di fan.

Due approcci comunicativi molto diversi e, quindi, difficilmente comparabili perché Chiara Ferragni è ormai un marchio commerciale e più che condividere gusti ed emozioni come faceva all’inizio della sua carriera sui social adesso predilige contenuti promozionali anche con il coinvolgimento di parenti e amici stretti. Il progetto social/commerciale Ferragni è molto ben studiato ma rischia di essere una moda destinata comunque ad avere una parabola discendente visto che il desiderio di novità che abita il cuore delle persone è infinito e, pertanto, la ricerca di nuovi stimoli è il tratto distintivo della nostra irriducibilità come essere umani.

Ecco come si può spiegare, ad esempio, il successo di Khaby Lame con il suo stile comunicativo completamente diverso e quindi interessante. Su Tik Tok, Khaby Lame è diventato famoso per dei video brevi e muti in cui ridicolizza, in modo garbato ed efficace, altri video diventati virali perché mostrano eccessive complicazioni nel vivere la quotidianità: condivisioni, quindi, studiate ad hoc per suscitare curiosità che diventano, loro malgrado, trampolini di lancio per quelli di Lame. I suoi luoghi, al contrario di quelli sontuosi e favolistici della Ferragni, sono quelli tipici di una sobria quotidianità, i quali vengono arricchiti da qualcosa di veramente unico: le sue buffe espressioni. 

Con la bellezza di 75 milioni di followers e alle spalle dei giganti Addison Rae e Charli D’Amelio, viene da chiedersi quale sia il suo segreto. Tutto risiede nel messaggio che prova a trasmettere ovvero il valore della semplicità. Guardando i video di Khaby Lame emerge come la nostra società, sempre più annoiata, stia sviluppando una “pericolosa attitudine a complicarsi la vita”. Una tendenza malsana contro la quale Khaby Lame ha deciso di ribellarsi tornando alla bellezza della semplicità.

L’ultimo video con Alessandro Del Piero, ad esempio, è la dimostrazione di come anche tagliare un frutto possa essere, nella sua semplicità, non fonte di improbabili complicazioni (come mostrano video di suoi competitors) ma fattore generativo di ilarità. Con le sue espressioni mute e buffe Khaby Lame prova a spiegarci il segreto per essere felici insieme a un messaggio dal grande valore sociale: “Perché vi complicate la vita? È più semplice di quello che pensate”.

Molto ragionamento e poca osservazione conducono all’errore. Molta osservazione e poco ragionamento conducono alla verità” Questa frase di Alexis Carrel (premio Nobel per la Medicina) è quindi il miglior invito a seguire Khaby Lame perché, in fin dei conti, siamo fatti per sorridere e non siamo solo dei “semplici consumatori” ai quali proporre qualche nuovo e scintillante prodotto da vendere…

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,

Autore

Alessandro Grazioli

Marito e papà di 4 bambini, laureato in Giurisprudenza presso l’Università Statale di Milano, Specialista sviluppo prodotti e servizi assicurativi Gruppo Assimoco – Business Unit Eticapro, Consigliere Comunale e Presidente del Comitato di settore dei servizi sociali del Comune di Torre Boldone, divulgatore nazionale

Vedi tutti gli articoli