I gatti sono straordinari. In molti ne sono convinti tanto che ogni volta che pubblicano un volume che racconta le imprese di un gatto vissuto subito si prodigano per l’acquisto. Edito da Mursia e curato da Marina Alberghini e Luca Ortino si trova da qualche giorno in libreria un libro invitante. Si intitola Gatti dall’altrove.

Sono 217 pagine interessanti e istruttive che va la pena di leggere anche da chi considera gli amanti dei gatti alla stregua di deficienti che si rammolliscono davanti a mici dal pelo fitto oppure chi identifica le gattare come morbose soccorritrici di felini allo sbando. Il libro è un florilegio di narrazioni dove i gatti sono indiscussi protagonisti. L’opera dell’autrice abruzzese fa parte della collana “Felinamente” ed è acquistabile sia in libreria che sugli store online.

Il libro è piaciuto anche a Vittorio Feltri che sul suo giornale (Libero) consiglia il libro raccontando (nell’edizione del 5 aprile 2022) anche alcuni divertenti aneddoti dei suoi rapporti con i gatti. Il giornalista narra del gatto Giuliano “… un micione rosso, naturalmente trovatello” che “ogni anno a ottobre sparisce e sta via un mese secco“. “Noi ci disperiamo, lo cerchiamo dovunque, niente. – scrive Feltri – Assenza ingiustificata e prolungata. Dove diavolo sarà finito quell’imbecille? Dopo trenta giorni di angoscia, la mattina presto, udiamo un miagolio insistente, ci alziamo per controllare: è lui, lo scapestrato. Lo esamino, è in splendida forma. Dove vada, chi lo curi, perché scompaia costituiscono misteri. Ma noi siamo felici che sia riapparso e di dargli tanta pappa. I nostri quattro zampe ci rallegrano la vita“.

L’Italia è tutto sommato un paese che ama i gatti. Anche l’arte lo dimostra. Sono stati immortalati più volte in opere indimenticabili: basti pensare alla gatta antichissima ritratta nei mosaici di Pompei, all’Annunciazione di Lorenzo Lotto, ai disegni di Leonardo da Vinci (che li ritraggono in tutte le pose), alla Madonna del gatto di Federico Barocci, alla gatta di via della Gatta a Roma.

Inoltre, i gatti hanno tenuto compagnia a personaggi famosi sia in passato che ai nostri giorni: basti pensare al gattino che è stato fino alla fine con il sommo poeta Francesco Petrarca o a quello che ha vissuto vicino a un papa importante come Gregorio Magno. O ancora a quello che è salpato verso l’America con Cristoforo Colombo e al gatto Dragut di Andrea Doria.

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

, ,