Millecinquecento pasti gratis sabato a Ponteranica grazie alla seconda edizione della kermesse ludico-gastronomica Orobic Street Food.



L’appuntamento è alle 17.30 nello scenario incantevole del santuario di Rosciano. Per raggiungerlo si sale per la collina della Maresana. Sarà come accomodarsi in sei ristoranti contemporaneamente e degustare i migliori piatti del territorio. I primi 1500 ospiti mangeranno gratis ottenendo anche uno sconto del 10%. Sarà possibile spenderlo entro il 25 settembre nei locali Civico 17, La Maresana, Locanda Ramera, Papa Joe’s, Parco dei Colli, Del Moro. “Un successo che andava replicato – precisa il sindaco Alberto Nevolaattraverso una formula che unisce gusto, cultura e natura. Un grazie particolare va alla disponibilità della Parrocchia della Trasfigurazione”.

Per lo spettacolo “clou” sono stati coinvolti gli artisti catalani “Cie Daraomaï”.


Propongono lo spettacolo intitolato “Tiravol” nell’ambito del circuito Festival Danza Estate. Si tratta di una performance di danza e acrobazia rappresentata in prima nazionale. Seguono altri spettacoli di intrattenimento curati dal Teatro Erbamil e dalla scuola musicale “Vivace”. Ma soprattutto l’Orobic Street Food si concretizza nelle degustazioni offerte dai ristoratori di Ponteranica, recentemente uniti in associazione. Le ricette da impiattare sono cinque di cui una vegana, vegetariana e per celiaci. “La materia prima – precisa Giorgio Paderno dell’associazione ristoratori – è di alta qualità a testimonianza della grande attenzione gastronomica che i nostri locali riservano al cliente”. Il riferimento all’orobicità delle ricette, presente nel nome stesso della manifestazione, si ottiene reinventando la tradizione, personalizzandola oppure utilizzando in modo creativo materie prime del territorio e della valle Brembana.

C’è anche un effetto sorpresa che dà il giusto appeal all’evento.


Infatti, tutte le ricette dei ristoratori locali sono celate dal massimo riserbo. Nemmeno in Facebook c’è traccia di indicazioni di sorta. Lo stesso sindaco si dice all’oscuro delle pietanze che serviranno. Solamente chi si arrampica fin quassù potrà scoprire il sapore dell’accoglienza e della cucina locale. L’attesa, oltre che dalla prelibatezza dei piatti, sarà però compensata da una brochure con stampati gli ingredienti dei piatti cucinati disponibile durante la serata. “All’appuntamento – conclude Paderno – seguirà, ad ottobre, una mostra di formaggi del territorio. Inoltre ci stiamo muovendo per portare nelle scuole corsi di buona alimentazione. Spiegheremo come bontà salutare di ciò che mangiamo si unisce il gusto dell’arte culinaria”. Vista la scarsità di parcheggi si invita la cittadinanza a raggiungere l’ Orobic Street Food a piedi. Come a dire che l’appetito vien camminando.


Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli