Le criticità emerse la scorsa estate sulla sicurezza delle attrezzature ludiche nei due parchi giochi di Valbrembo sono state risolte. Il Comune, infatti, ha provveduto all’inserimento di nuovi giochi attraverso un investimento di circa 15.000 euro.

Nel dettaglio – spiegano dall’Ufficio Tecnico – nel parco all’angolo tra via Matteotti e via Roma, è stata rimossa l’altalena in legno danneggiata da vandali. In sostituzione è stata posizionata una giostra girevole in metallo su pavimentazione anti trauma utilizzabile anche da bambini con disabilità. E’ stato, poi revisionato, anche qui con sostituzione di alcune parti e ritinteggiato, il multi gioco in legno con scivolo su pavimentazione anti trauma preesistente. Inoltre, è stata creata una nuova area pavimentata con materiale anti trauma con la posa di una doppia altalena di metallo utilizzabile da bambini con disabilità. Infine, è stata effettuata la pulizia del parco e delle panchine in graniglia di cemento”. Anche il parco giochi in via Galilei, nel borgo di Ossanesga, è stato oggetto di una sistemazione generale delle panchine, della pavimentazione e della vegetazione.In aggiunta  i giochi preesistenti sono stati tutti revisionati con sostituzione di alcuni pezzi e sono stati riverniciati tutti i giochi in legno”. Le mamme su Facebook hanno commentato positivamente l’azione e non vedono l’ora di testarli “quando farà un po’ più caldo”.
parchi valbrembo

Resta comunque l’amarezza di aver messo mano a soldi pubblici per tamponare fenomeni di vandalismo che prendono di mira le aree verdi del paese e il reticolo delle piste ciclabili. La scorsa estate, per esempio, i soliti ignoti avevano reso inutilizzabile, l’altalena nel parco di Scano. L’Amministrazione era stata costretta a rimuoverla per evitare spiacevoli avventure ai bambini che frequentano il polmone verde poco distante dal Municipio. L’operazione parchi è stata intrapresa affidando l’incarico ad una ditta specializzata che certificato la sicurezza dei giochi secondo le norme in vigore. Certo, tra luglio e agosto, non sono mancati le lamentele di alcune mamme nel constatare la lunga lista delle cose da sistemare. Il vice sindaco Andrea Ortalli, a fronte delle lagnanze social postate su Facebook, si era subito  mosso per visitare i parchi, anche se la situazione aveva commentato “non sembrava così compromessa come certi messaggi volevano far passare”. Soprattutto l’aggettivo “pietoso” usato da alcuni è stati ritenuto “esagerato poiché non rispecchia l’attenzione del Comune per le aree verdi che nel 2016 era stata di 80.000 euro”. Ora, con lo stanziamento di altre risorse e l’esecuzione dei lavori si è ridato nuovo lustro ai due parchi giochi.  (Bruno Silini)



Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli