I dettami di una sana alimentazione sono argomenti che a Ponteranica mettono d’accordo il ventaglio politico espresso dal Consiglio comunale.


salute in piazza

Lo sportello dietetico  che l’ultimo giovedì del mese apre al pubblico gratuitamente (attraverso una prenotazione in Comune e la compilazione di un questionario ad hoc) resiste dal 2009 nonostante il vento amministrativo sia cambiato. Istituito dall’ex assessore Elisabetta Manduca (con il sindaco Cristiano Aldegani) continua, a distanza di sette anni, a dispensare consulenze dietetiche anche con il sindaco Alberto Nevola. Anzi, allo sportello si sono aggiunti altri servizi ed eventi che avallano il concetto che una buona salute non è soltanto una questione di fortuna ma spesso il benessere psicofisico comincia da un buon rapporto con la tavola e con quello che ci si mette sopra.

Infatti sabato 12 marzoinforma il vicesindaco Susanna Pinisi rinnova il secondo appuntamento (dalle 9.30 alle 11.30) con “La salute in piazza” dove sarà possibile seguire un corso gratuito (teorico e pratico) di educazione alimentare promosso dalla Punto Ristorazione di Gorle e curato dalla dietista Rossana Madaschi, la stessa che da tanti anni opera al nostro sportello informativo nutrizionale”. Un’occasione per imparare a consumare cinque porzioni di frutta al giorno distinte da altrettanti colori fondamentali: il verde, il bianco, il rosso, il giallo-arancione e il blu-viola. Ad ognuno dei partecipanti sarà consegnato un ricettario e una dispensa per “praticare” a casa la salute in tavola.

Il comune di Ponteranica – precisa Madaschi – è da sempre attento alle varie iniziative per tutelare la salute dei suoi cittadini. Anche quest’anno ha confermato il suo impegno di sensibilizzazione volto a promuovere un’alimentazione equilibrata che, soprattutto nella nostra società moderna dell’ipernutrizione, risulta uno degli elementi di criticità della qualità della nostra vita”. Finora allo “sportello” sono passati almeno 500 persone (più donne che uomini, e una discreta percentuale di adolescenti) che hanno chiesto consigli per perdere peso, correggere il proprio stile di vita e conoscere i principi di una sana alimentazione che scongiuri le cosiddette  “patologie del benessere” quali obesità, diabete, ipertensione e malattie cardiovascolari.

Ponteranica – continua Madaschi – è una realtà all’avanguardia su questo fronte. Si è compreso che la necessità di divulgare raccomandazioni nutrizionali e acquisire i più importanti principi di educazione alimentare non sono questioni marginali”. “Non dimentichiamo – conclude Pini – che l’attenzione al tema della nutrizione si sostanzia anche nell’iniziativa “merenda sana” attraverso la quale ai bambini delle scuole elementari vengono  distribuite merende sane. Inoltre, a breve, partirà un progetto per sensibilizzare contro lo spreco del cibo che prevede un’azione di solidarietà per le persone bisognose del territorio”.  L’attenzione sul tema della nutrizione – aggiunge Nevola – è molto alta e anche quest’anno, come accennava la vicesindaco si sostanzierà anche nell’iniziativa “merenda sana” con cui anche i bambini delle scuole elementari (ed i loro genitori) verranno sensibilizzati, attraverso la distribuzione di merende sane, sull’importanza di una corretta e sana alimentazione anche nell’infanzia. (Bruno Silini)

[mc4wp_form]
Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli