Non ci sarà una terza edizione consecutiva del Festival di Sanremo condotto da Amadeus. A confermarlo, in anticipo su quanto previsto dallo stesso presentatore, Amadeus stesso, rispondendo ad una domanda in conferenza stampa.

Durante la quotidiana conferenza stampa da Sanremo, Amadeus ha annunciato che il prossimo anno “Non ci sarà l’Ama ter, lo abbiamo già deciso io e Fiorello, ci abbiamo scherzato”. A poche dalla finale dunque l’annuncio che il prossimo anno a condurre il Festival non sarà di nuovo Amadeus. Chi sarà? Questo non si sa, e molto dipenderà anche dall’andamento dell’anno in corso visto che Sanremo resta pur sempre lo specchio della nostra Italia. Non un “Ama ter” dunque, ma Amadeus stesso non ha escluso un ritorno, magari più avanti. Ha così continuato infatti: “Se un giorno la Rai vorrà ancora affidarci il festival, magari prima dei 70 anni, sarà una grandissima gioia”.

“Sanremo per me è un evento, parte da un’idea e poi si realizza, non può essere routine”, ha spiega il conduttore e direttore artistico. “Ringrazio la Rai che mi ha regalato due anni che non dimenticherò mai, grazie a tutta l’azienda. Ma non vedo l’ora di tornare ai miei giochi, ai miei quiz, alla mia normalità”.

“Tra i pochi pregi che ho c’è la sincerità”, continua. “Trovo Sanremo un motivo di gioia, orgoglio, un grande premio, l’apice di una carriera per un conduttore. Sono grato alla Rai, a Teresa De Santis, l’anno scorso di avermi affidato Sanremo, a Stefano Coletta che mi ha richiamato. Una proposta per due anni di seguito è un motivo di grande orgoglio. Ringrazio l’ad Fabrizio Salini”.

“Sono stati due Sanremo storici: l’edizione dei 70 anni e poi questa, dai giovani alla pandemia. Ma dopo due edizioni così non ci sarà la terza”. Una scelta dunque dettata anche dall’idea che Amadeus ha del Festival: non una semplice trasmissione televisiva, ma un vero e proprio evento che merita la giusta importanza e il giusto impegno. E anche la giusta creatività e voglia di creare qualcosa di unico, e forse, dopo due anni così impegnativi, il terzo sarebbe decisamente troppo.

La quarta serata di Sanremo registra ascolti in miglioramento, con una media del 44,7% rispetto al 44,3 della serata cover, anche se lontani all’ edizione 2020, che il venerdì fece il 53.3% di share. Il presidente della Rai Foa ringrazia dipendenti e collaboratori parlando di ‘lavoro impeccabile’ che ha portato al successo in ‘una sfida quasi proibitiva’. Dice grazie anche il direttore di Rai1 Coletta, per ‘un festival eroico, di resilienza’, che ‘ha rimesso in azione un mercato che si era fermato’.

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,