Trecentomila euro di multe. Si tratta della cifra racimolata dal Comune di Ponteranica attraverso le infrazioni al “Codice della strada” contestate agli automobilisti al semaforo di Pontesecco.


semaforo incrocio pontesecco pontranicaIl dato arriva dal profilo Facebook dell’ex sindaco Cristiano Aldegani che sintetizza l’argomento di un’interpellanza redatta dalla sua minoranza “Ponteranica in testa” e presentata nell’ultimo Consiglio comunale. Trecentomila euro che qualcuno ha già ribattezzato come il “tesoretto” del sindaco Alberto Nevola – precisa Aldegani – Abbiamo scoperto che la telecamera posta dall’amministrazione comunale al semaforo dell’incrocio di Pontesecco sta rendendo 1900 multe all’anno che moltiplicate per 163 euro (sanzione prevista dal Codice) danno la bellezza di 300mila euro. Addirittura, se la multa viene comminata tra le 22 e le 7 arriva a toccare 217 euro”.

Il post di Aldegani parla anche di 11.400 punti decurtati dalla patente dei distratti guidatori.Niente male! – scrive con una punta d’ironia l’ex primo cittadino – Roma taglia? No problem, a Ponteranica abbiamo il semaforo dalle multe d’oro!” C’è troppo zelo da parte del corpo di Polizia locale? Si dovrebbe chiudere un occhio se uno infrange le regole della strada? “Ovviamente chi sbaglia paga – spiega Aldegani – Detto questo, però, noi chiediamo di ripristinare al semoforo di Pontesecco la svolta continua a destra che da anni nessun problema aveva mai creato”.

E’ paradossale – replica Nevola – che chi fa della sicurezza un proprio cavallo di battaglia poi abdichi a favore di una polemica sterile, riciclata ogni sei mesi, denotanto una mancanza di argomenti politici sui quali seriamente discutere”. Il sindaco contestualizza poi le statistiche evidenziando come il numero dei sanzionati residenti a Ponteranica corrisponda solo al 14%.Questo significa che chi “brucia” il rosso è un automobilista che da Bergamo prosegue verso la Valle Brembana esponendo ad un grosso rischio di incidente chi da Ponteranica si immette sulla ex strada statale 470”.

Per Nevola mantenere la doppia corsia promiscua (con possibilità di proseguire dritto oppure di svoltare a destra) fluidifica il traffico riducendo di molto le code della sera. “Metà della cifra raccolta – chiude Nevola – ha una destinazione vincolata alla manutenzione delle strade. Il resto andrà a coprire le spese per il progetto delle telecamere intelligenti che saranno installate a breve”. (Bruno Silini)


Leggi anche:
Supervideosorveglianza a Ponteranica e Sorisole


[mc4wp_form]
Print Friendly, PDF & Email

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli