Si dice che il lupo perda il pelo ma non il vizio, e probabilmente questo proverbio italiano è perfetto per un ragazzo di 26 anni di Spirano che ieri è stato arrestato per la seconda volta per spaccio, tre giorni dopo la prima volta.

Nella giornata di ieri, venerdì 22 gennaio, i carabinieri della stazione di Urgnano lo hanno fermato e trovato in possesso di oltre 30 grammi di hashish, suddivisa in più dosi, probabilmente pronta per essere spacciata. I militari, dopo alcuni controlli, hanno proceduto con la perquisizione a Spirano del domicilio del ragazzo, pregiudicato e nullafacente. Li vi hanno trovato la sostanza stupefacente.

Solo tre giorni prima, N.R. era già finito in manette a Pognano. La Polizia Locale lo aveva sorpreso con cocaina e hashish. A seguito dell’udienza di convalida era tornato in libertà, con obbligo di presentazione quotidiana per apporre la firma proprio in caserma ad Urgnano.

Il giovane sembra non aver tratto alcun insegnamento dal primo arresto. La sua attività illecita non si è infatti fermata e i carabinieri lo hanno arrestato di nuovo a sole 48 ore dall’udienza.

Dopo le formalità di rito, il giovane si trova da ieri nelle camere di sicurezza del Comando Compagnia Carabinieri di Treviglio. Li resterà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente in attesa dell’ennesima convalida dell’arresto, che avrà luogo nella giornata di oggi.

Tagged in:

,