Di che pasta è fatta Ponteranica? E’ la domanda che in questi giorni irrompe sui gruppi Facebook dedicati al paese. Una domanda strettamente legata ad una gara di solidarietà indirizzata a Cascia, il borgo umbro colpito dal terremoto nell’autunno scorso.



Tutti in fila per una cena di solidarietà

Si stanno, infatti, raccogliendo le adesioni per una serata gastronomica a base di pasta all’amatriciana che punta a raccogliere il più ampio consenso possibile. Un’iniziativa promossa dal Comune in collaborazione con le tre parrocchie (Ponteranica alta, Rosciano e Ramera) e il sostegno di Ponteranica Associazioni, l’associazione dei ristoratori e il gruppo culturale della biblioteca “Pensieri e Parole”. L’appuntamento scatta sabato 25 febbraio nella grande sala dell’Oratorio di Ponteranica alta (ingresso da via Carino). Qui i cuochi dell’Associazione Ristoratori di Ponteranica cucineranno un’abbondante e gustosa amatriciana che sarà offerta a tutti i partecipanti attraverso un gesto liberale minimo di 10 euro da versare al momento della prenotazione.

Termine ultimo per prenotarsi è il 18 febbraio

Per ora sono previsti due turni: uno alle 19 e l’altro alle 21. Ma visto l’interesse dell’iniziativa è ipotizzabile che il ventaglio orario per sedersi a tavola si possa ampliare. La prenotazione è obbligatoria presso la sede dell’Associazione Pensieri e Parole, nella biblioteca dello Scuress, ogni giovedì (15-17) oppure il sabato (10-12). Il termine ultimo per partecipare è il 18 febbraio. “Oggi più che mai – precisa il sindaco Alberto Nevola – dobbiamo far sentire la nostra vicinanza alle popolazioni colpite dal terremoto e dal maltempo. Grazie ai contatti personali di alcuni di noi, abbiamo deciso di “adottare” il Comune di Cascia, un piccolo centro di 3000 abitanti, duramente colpito dal terremoto. Grazie alla collaborazione ed alla disponibilità dei nostri ristoratori, delle Parrocchie e di molte associazioni il 25 febbraio abbiamo la possibilità di fare tutti un piccolo gesto di solidarietà a sostegno del borgo in provincia di Perugia”.

Un conto corrente per i fondi

Inoltre è stato aperto un conto corrente, aperto da Ponteranica Associazioni, sul quale far confluire i fondi destinati al Comune di Cascia. Queste le coordinate bancarie:  IT 98 G 08869 53360 000000012228. Quanto raccolto sarà destinato alla ricostruzione del centro disabili di Cascia. Informazioni


Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli