Nuovo ritardo per la Variante di Zogno. La giustificazione è il Covid anche se prima dell’emergenza già dei ritardi si erano accumulati. I lavori che avrebbero dovuto terminare per fine 2020 slitterranno all’estate 2021. Con una postilla: non significa che la galleria aprirà subito perchè sono da sbrigare tutta una serie di procedure. L’assessore Claudia Terzi (in sopralluogo a Zogno) promette che i prossimi mesi estivi saranno gli ultimi con le code, dimenticando che i serpentoni ci sono anche in inverno. Un problema che complica i lavori sono i pendii poco oltre Ambria per i blocchi di pietra che possono cadere.


Print Friendly, PDF & Email

Tagged in: