Si tornerà a giocare al PalaFacchetti di Treviglio di via del Bosco il torneo semilampo di scacchi “Città di Treviglio” giunto alla 29esima edizione. L’appuntamento è per domenica 4 marzo 2018 a partire dalle 14 con chiusura delle iscrizioni fissata alle 13,30. “Un magnifico regalo dell’Amministrazione Comunale di Treviglio per tutti gli appassionati, vecchi e nuovi, – ha precisato il segretario A.D. Scacchistica Trevigliese Maurizio Scarabelli che da quasi tre decenni si danno appuntamento nella capitale della “bassa bergamasca” per duellare alla scacchiera“.  Sette turni di gioco (con arbitri della Fsi) con adozione del Sistema Svizzero variante Olandese con un tempo di riflessione di 12 minuti + 3 secondi di incremento per ogni mossa effettuata dal giocatore. La partecipazione è aperta a tutti.


La quota d’iscrizione è di 10 euro esclusi i giovani Under 16 nati dopo il 31 dicembre 2001 che pagheranno 5 euro. Per informazioni e preiscrizioni è possibile consultare il sito della A.D. Scacchistica Trevigliese. E’ prevista la partecipazione del Maestro Internazionale Fabrizio Bellia Previsti i seguenti premi: 1° Classificato: 140 euro + Coppa, 2° Classificato Open: 100 euro + Coppa, 3° Classificato Open: 70 euro + Coppa. Inoltre premi per tre fasce Elo di 30 euro ciascuno. Il torneo ricorda lo scacchista serbo Dimitrije Vuckovic scomparso il 30 novembre del 2012. Per l’occasione Giovanni Longo, ricordando l’amicizia che lo legava a Dimitrije, ha messo in palio 12 bottiglie di ottimo vino. Dimitrije, classe 1937, ha contagiato il circolo scacchistico di Treviglio con la sua straripante umanità e forza di vita. Era una presenza fissa ai tornei giocati in Bergamasca ma non solo.


Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli