Almanacco Bergamo 23 novembre 2021 (Martedì)

47° settimana – Giorni fine/inizio anno 38/327 – BUONA GIORNATA
AUGURI di BUON COMPLEANNO e di BUON ONOMASTICO a tutti coloro che oggi lo festeggiano

Tra i due mali scelgo quello che non ho provato prima.

SEI NATO OGGI? Hai un buon carattere, tollerante e generoso, e sei sempre in grado di comprendere quello di cui gli altri hanno bisogno. Accanto a queste doti, una spiccata capacità organizzativa fa di te un eccellente operatore sociale o un insegnante indimenticabile. La vita affettiva è felice e vivacizzata da molti bambini.

SIGNIFICATO del NOME CLEMENTE è benigno, indulgente. Oggi è San Clemente. In Italia portano questo nome circa 14.932 persone di cui il 25,4% in Campania, 19,6% in Lombardia.

PROVERBI E MODI DI DIRE
La clemenza vale più della giustizia
C’è chi fa il bene per bontà, chi per abitudine, chi per sbaglio
Prendi la bontà e donala a chi non sa donare
Scopri la vita, raccontala a chi non sa capirla

SEGNO ZODIACALE SAGITTARIO
Giove governa il segno, l’elemento è il fuoco, la qualità è mutevole. Il Sole transita nel segno tra il 23 Novembre e il 21 Dicembre. Colore da portare: l’azzurro, colore che vivacizza l’intelligenza. Pietra portafortuna: ametista. La pietra del Sagittario è l’ametista, un minerale dalle grandi virtù. Le sue caratteristiche peculiari sono quelle di purificare la mente e apportare calma e serenità. In generale l’ametista è capace di attenuare gli scatti d’ira e le emozioni violente, favorendo invece la meditazione e lasciando spazio all’intuito. In salute cura il sistema nervoso e regolarizza la respirazione. Metallo: lo stagno. Mesi favorevoli: Aprile, Novembre, Dicembre. Giorno favorevole: il Giovedì Il simbolo grafico che rappresenta il segno zodiacale del Sagittario è quello della freccia, che dal basso si spinge verso l’alto, ad indicare il superamento dei problemi dell’essere umano e l’evoluzione. Il Sagittario è anche il segno della doppia natura dell’uomo, spirituale e materiale, nonché il conflitto tra anima e istinto. Mitologia: I greci identificarono nel Sagittario la figura del centauro, metà uomo e metà cavallo che tende il suo arco verso le costellazioni vicine.


OGGI in QUESTO ALMANACCO

  • I MORTI DEL GIORNO A BERGAMO E PROVINCIA (clicca qui)
  • Il Santo del giorno
  • Il pensiero del giorno
  • Le Regioni chiedono un “Super green pass”
  • Bergamo e la Giornata contro la violenza sulle donne
  • Arrivano le Letterine di Santa Lucia
  • Bergamo: l’albero di Natale (15 mt) dono della Valle Seriana
  • Pagamento pensioni dicembre e 13esima
  • Le vie di Bergamo: Leonardo Fibonacci
  • Latte e latticini: i benefici
  • L’Angolo della Cultura a Bergamo
  • L’Angolo della Lettura
  • L’Angolo del Cinema
  • L’Angolo della Cucina

I SANTI del GIORNO

San COLOMBANO abate. Nella bergamasca è Patrono di Parzanica e a Bergamo della Parrocchia di Valtesse già da quando questo Quartiere faceva Comune (fino al 1927) prima di essere conglobato alla città. Patrono dei motociclisti – San CLEMENTE I Papa – Santa LUCREZIA martire – Santa FELICITA e 7 figli martiri (-vedi nota) –  La Chiesa celebra la festa di altri 15 SANTI e 17 BEATI

IL PENSIERO del GIORNO  (a cura di Mons. Antonio Donghi)

“Badate di non lasciarvi ingannare!“. L’uomo è un ricercatore nato della verità e questa sua vocazione deve essere tenuta sempre molto viva a causa del grigiore culturale che ci sta avvolgendo. La sete inesauribile della Bellezza che lo stimola e guida gli rende il cuore puro e lo aiuta in questa meravigliosa scoperta di una realtà su cui fondare la propria esistenza. Padre, rendici sempre docili allo Spirito Santo perché l’orizzonte del nostro cuore sia rivolto solo al tuo Cristo, Parola incarnata che sulla croce gloriosa ci ha regalato la sua esistenza, rendendo le nostre persone veramente autentiche. Non lasciarci attirare da realtà transitorie e contingenti, ma nello Spirito Santo donaci il gusto della sua presenza per accedere in verità alla luminosità del tuo volto. Amen

Le REGIONI CHIEDONO un SUPER GREEN PASS

Un super green pass solo per chi è stato vaccinato o guarito per salvare il Natale. Niente tamponi. Provvedimenti rapidi, limitati a una determinata fascia di persone. Non deve esserci inerzia: l’importante è tutelare la sicurezza delle aperture, la continuità delle attività commerciali e imprenditoriali e tutelare chi ha fatto proprio dovere, rispettando richieste dello Stato. Le trattative tra i presidenti di Regione e l’esecutivo sono solo all’inizio ma i governatori insistono per un Green Pass rafforzato o Super Green Pass di cui si parla ormai da giorni: sarebbe un lasciapassare che esclude i non vaccinati praticamente da tutti i luoghi delle attività ricreative come ristoranti, palestre, teatri e cinema e via dicendo, mentre i tamponi darebbero diritto al certificato per lavorare. Una decisione forte, che sarà ben ponderata dal governo Draghi e che non è stata ancora presa. In pratica: restrizioni da subito a prescindere dal colore delle Regioni..

GIORNATA MONDIALE CONTRO la VIOLENZA sulle DONNE

Troppa violenza domiciliare, troppi femminicidi. Bergamo e il mondo si prepara alla Giornata Mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne che si terrà il 25 novembre. una ricorrenza istituita dall’ Assemblea generale delle nazioni Unite, che in questa data invita i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG a organizzare attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica su una delle più devastanti violazioni dei diritti umani. La violenza ha effetti negativi a breve e a lungo termine, sulla salute fisica, mentale, sessuale e riproduttiva della vittima. Le conseguenze possono determinare per le donne isolamento, incapacità di lavorare, limitata capacità di prendersi cura di sé stesse e dei propri figli. I bambini che assistono alla violenza all’interno dei nuclei familiari possono soffrire di disturbi emotivi e del comportamento. Gli effetti della violenza di genere si ripercuotono sul benessere dell’intera comunità.

BERGAMO: L’ALBERO di NATALE E’ DONO della VALLE SERIANA

Anche quest’anno il Natale in città a Bergamo sarà caratterizzato dal un maestoso albero di Natale. Per il secondo anno, un abete di 15 metri, al momento ancora a Gorno e soggetto al taglio obbligato per problemi di sicurezza, sarà collocato nel cuore della Città. Un segno di vicinanza e di generosità di privati e imprese della valle che intendono rafforzare il legame che unisce il capoluogo al territorio. “Anche quest’anno abbiamo accolto con piacere l’invito del Duc di Bergamo a fornire un albero proveniente dal nostro territorio. L’albero che dalla nostra Val Seriana arriva nel centro di Bergamo rappresenta infatti tutti noi bergamaschi – commenta Giampiero Calegari, Presidente della Comunità Montana Valle Seriana -. Un gesto simbolico, che evidenzia ancora una volta il legame a doppio filo tra le valli e i cittadini del capoluogo”. I lavori di allestimento dell’albero inizieranno mercoledì 24 novembre, giorno in cui verrà a partire dalle ore 9 sarà tagliato e trasportato da Gorno a Bergamo, in piazza Vittorio Veneto. L’albero di Natale rappresenta un esempio di sincera collaborazione tra la ValSeriana e la città di Bergamo, unite con lo scopo comune di sostenere il territorio anche in vista delle iniziative di valorizzazione previste per Bergamo Brescia Capitali della Cultura 2023”

Le LETTERINE alla SANTA LUCIA

Le letterine che ogni anno vengono portata alla Chiesa di Santa Lucia in via XX Settembre a Bergamo costituiscono una tradizione che vive ancora oggi, nonostante i tempi siano cambiati e con essi anche i desideri dei più piccoli. Già domenica scorsa si è formata una piccola coda fuori di bambini e genitori che attendevano l’ingresso contingentato per poter depositare davanti all’urna della Santa la loro letterina. E’ una tradizione che deve rimanere viva anche se in molti paesi si raccolgono le letterine (ho visto anche certi bar). La tradizione è quella di venire in Via XX settembre, portare i bambini davanti alla Santa e compiere il gesto di depositare la letterina. Non perdiamo questa tradizione che da secoli si ripete a Bergamo e nelle zone dell’antica Repubblica di Venezia.

PAGAMENTO PENSIONI e 13esima di DICEMBRE

Il pagamento delle pensioni in contanti avverrà in base al calendario definito secondo l’alfabeto: i cognomi dalla A alla B giovedì 25 novembre – dalla C alla D venerdì 26 novembre – dalla E alla K sabato mattina 27 novembre – dalla L alla O lunedì 29 novembre – dalla P alla R martedì 30 novembre – dalla S alla Z mercoledì 1 dicembre. Come sempre, Poste Italiane ricorda inoltre che i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli Uffici Postali, che riscuotono normalmente la pensione in contanti e che non hanno già delegato altri soggetti al ritiro della pensione, possono chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro i Carabinieri.

LE VIE DI BERGAMO: LEONARDO FIBONACCI

Nato a Pisa, settembre 1170 circa – morto a Pisa, 23 novembre 1242 (?) è stato un matematico italiano. La Città di Bergamo gli ha dedicato una Via. È considerato uno dei più grandi matematici di tutti i tempi. Con altri dell’epoca contribuì alla rinascita delle scienze esatte dopo la decadenza dell’età tardo-antica e dell’Alto Medioevo. Con lui, in Europa, ci fu l’unione fra i procedimenti della geometria greca euclidea (gli Elementi) e gli strumenti matematici di calcolo elaborati dalla scienza araba (in particolare egli studiò per la parte algebrica il Liber embadorum dello studioso ebreo spagnolo Abraham ibn ‛Ezra). Il susseguirsi di numeri interi (positivi) in cui ogni numero è il risultato della somma dei due numeri precedenti è la successione di Fibonacci. Per questo l’11-23 (il 23 novembre, nella notazione anglosassone) si festeggia il matematico pisano (Leonardo da Pisa fu il suo vero nome) che si ispirò ai conigli per comprendere quante coppie discendessero in un anno da due animali dello stesso recinto. Il calcolo partì dal presupposto che la coppia originale cominciasse a riprodursi durante il primo mese e che quelle generate cominciassero a farlo a partire dal secondo mese di vita, e attendendosi quindi che, al termine del primo mese, le coppie sarebbero state due. Al termine del secondo mese, la prima coppia ne avrebbe generata un’altra, arrivando al totale di tre, e così via. Da qui la successione che, di fatto, è questa: 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144, 233. Il susseguirsi di numeri interi (positivi) in cui ogni numero è il risultato della somma dei due numeri precedenti è la successione di Fibonacci. Per questo l’11-23 (il 23 novembre, nella notazione anglosassone) si festeggia il matematico pisano che si ispirò ai conigli per comprendere quante coppie discendessero in un anno da due animali dello stesso recinto. Al termine del secondo mese, la prima coppia ne avrebbe generata un’altra, arrivando al totale di tre, e così via. Da qui la successione che, di fatto, è questa: 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144, 233. La successione di Fibonacci è riassunta nel suo Liber Abaci, il trattato pubblicato nel 1202 che fu fondamentale per la diffusione della matematica nella cultura occidentale. Al testo si deve, ad esempio, l’introduzione in Europa della numerazione araba al posto di quella romana e dello “zero”, allora usato in India e tradotto dal sanscrito nel latino “zefirus”. Al celebre pisano considerato il ‘padre’ della matematica moderna dobbiamo anche la sezione aurea, proprietà della successione numerica racchiusa nel rapporto tra un numero e quello precedente che ritroviamo nell’armonia delle forme, dalla geometria all’arte. Le tecnologie di oggi beneficiano ancora della chiave che Fibonacci individuò guardando alla botanica e alla zoologia, a cominciare da codici a barre di ultima generazione per finire alle credenziali di accesso ai conti correnti online.

L’ANGOLO della CULTURA A BERGAMO

  • BERGAMO – Ateneo di Scienze e Arti – Via T.Tasso – 24 nov. ore 17,30 – “Il bergamasco a Venezia” – Relatori: Michael Knapton: “Venezia e la Terra ferma” – Alfredo Viaggiano “Cancellieri e Assessori sullo Stato di Terra” – Giulio Ongaro “Ai confini della repubblica” – Ingresso libero
  • BERGAMO – Schermo bianco – “Molte fedi sotto lo stesso cielo” 24 nov. ore 20,45 proiezione “RAFTIS” film di Liza Kenerman
  • BERGAMO – Auditorium Piazza Libertà – 24 nov. ore 21 – “Coppi e il diavolo – Monologo per ripercorrere le tappe della vita di Fausto Coppi
  • BERGAMO – Teatro Caverna in Piazza Libertà – 24 nov. ore 21 – “Mariti” con Gianluca Balducci – Francesco Pennacchia – Stefano Vercelli
  • BERGAMO – Camera di Commercio – 24 nov. ore 14,45 – “Il lavoro e il suo valore: riflessioni interdisciplinari su un concetto in trasformazione”  
  • BERGAMO – Parco dei Colli di Bergamo – merc. 24 nov. dalle 20,30 alle 23 – “il Vino secondo Veronelli: Il canto della terra verso il cielo Il lavoro, la sensibilità e la creatività del viticoltore”
  • BERGAMO – Centro Culturale “delle Grazie” Viale Papa Giovanni, 13 – 25 nov. ore 17,30 – Edy Minguzzi presenta il suo libro: “Viaggio nella Commedia. Gli Universi di Dante: 25 marzo 1301
  • URGNANO – Cineteatro CAGNOLA – Rassegna dei Film d’Autore – 26 nov. ore 21 proiezione del film “Il matrimonio di Rosa
  • BERGAMO – Teatro Sociale in Città Alta (fuori abbonamento) – 27 nov. ore 20 – “Medea in Corinto” – Melodramma di Felice Romani – musica di Giovanni Simone Mayr – prevendita ticket  
  • BERGAMO – Teatro Creberg – “Edoardo Bennato in Concerto” – 1 dic. ore 21 – (i biglietti acquistati nelle date poi annullate per pandemia 2020-2021 restano validi) – prevendita biglietti

L’ANGOLO della LETTURA

Titolo: “I MARGINI e il DETTATO” – Autore: Elena Ferrante – Saggistica – pag. 160 – costo € 15,00 – Trama: Questo libro accoglie quattro testi inediti di Elena Ferrante sulla altrui e sulla propria “avventura dello scrivere”: tre lezioni magistrali destinate alla cittadinanza di Bologna (in occasione delle Umberto Eco Lectures) e un saggio composto per la chiusura del convegno degli italianisti su Dante e altri classici. Da queste sedi alte della cultura, la scrittrice ci chiama a raccolta contro “la lingua cattiva”, storicamente estranea alle verità delle donne, e propone una fusione corale dei talenti femminili. “Non un rigo va perso nel vento

L’ANGOLO del CINEMA

“L’ACQUA L’INSEGNA la SETE – STORIA DI CLASSE” – Consigliato + 13 anni –  Genere: Documentario. Trama: film diretto da Valerio Jalongo, è un documentario che racconta la storia di Lopez, un professore ormai in pensione, che ha conservato diverse cose dei tempi in cui insegnava, in particolare quelle appartenenti alla classe 1a E dell’istituto Roberto Rossellini di Roma. Un giorno, tra compiti, temi e un video-diario, s’imbatte in un vecchio giornale scolastico dal titolo “L’acqua, l’insegna la sete”, nel quale vi è una poesia di Emily Dickinson incentrata su come la vita possa insegnare il valore delle cose. Proprio quei versi riportano Lopez a quindici anni prima, al tempo trascorso con i ragazzi della 1a E e ricorda come gran parte di loro non abbia mai conseguito il diploma, lasciando gli studi prima del tempo.

L’ANGOLO della CUCINA: Giornata Nazionale della RICOTTA

Ri-cotta: (cotta due volte). Utilizzata soprattutto come ingrediente per farcire pasta fresca o dessert, la ricotta nasce dalla cottura del siero del latte ottenuto durante la produzione del formaggio. Per questo, a voler esser pignoli, quando si parla di ricotta non dovrebbe essere definita un formaggio ma un latticino, almeno per la legge italiana, che riserva il nome “formaggio” ai prodotti ottenuti direttamente dal latte. Come dice il nome stesso, viene “cotta due volte” (ricotta, appunto), prima quanto il latte viene scaldato per produrre il formaggio e poi durante il riscaldamento del siero che ne è derivato. Tutti i latticini prodotti in questo modo, con il siero del latte di diversi animali, possono definirsi ricotta, a prescindere dal fatto che siano freschi o stagionati. Negli ultimi anni è stata rivalutata non solo come ingrediente, ma anche come pietanza. E a ragione, perché non solo rappresenta un cibo saporito e leggero, ma è capace di apportare – come tutti i latticini – innumerevoli benefici per la salute. Anche se si è a dieta.

Per tutte le notizie seguici su Google News

Print Friendly, PDF & Email