Il colpo d’occhio al polo sportivo di Almè è senza dubbio più apprezzabile del grigiore di una sabbia che rendeva pressoché invisibili le linee di gioco.


campo sintetico AlmèIl verde intenso e lucido del nuovo manto sintetico è tutta un’altra cosa. Finalmente il campo sportivo “cadetto” di Almè in via Olimpia (non quello di prim’ordine in erba vera dove gioca la prima squadra nel campionato di seconda categoria) volta pagina. Sabato 16 gennaio (ore 17.30) il sindaco Luciano Cornago ha tagliato il nastro inaugurale. Erano presenti il parroco, don Mansueto Callioni, Giuseppe Baretti del Comitato regionale Figc e Valerio Bettoni in rappresentanza del Coni.

Il rifacimento, costato 300.000 euro, è stato finanziato interamente con oneri di urbanizzazione raccolti in seguito a recenti ampliamenti e ristrutturazioni di solide imprese del territorio come, per esempio, la Rulli Rulmeca e lo showroom “Bruno Moto”. Verde sintetico di ultima generazione garantito almeno per 15 anni dalla ditta Limonta Sport di Erba (Como) che si è aggiudicata la gara d’appalto realizzando l’opera nel giro di un paio di mesi. Per l’Associazione Dilettantistica Calcio, presieduta da Bruno Crotti, la richiesta del “sintetico”, per gli impianti sportivi di via Olimpia, si reitera da almeno quattro anni.

taglio nastro sintetico almè

Il sindaco di Almè, Luciano Cornago, taglia il nastro augurale


Diciamospiega la segretaria Marinella Poleniche il campo in sabbia ci penalizzava rispetto alla “concorrenza” di altri impianti dislocati nei paesi vicini. Ora, con quest’opera ci rimettiamo al passo e speriamo di agganciare nuove leve per alimentare la quantità e la qualità dell’offerta sportiva per tanti altri ragazzi”. Anche se il bacino calcistico del paese è di tutto rispetto: duecento atleti suddivisi in dodici squadre (di cui una femminile), nonché una promettente “scuola calcio”.

campo sintetico Almè

Il alncio dei palloncini da parte dei giovani atleti del calcio di Almè


Finalmente, dopo tanti anni, – ha spiegato Cornago – abbiamo concretizzato un’opera pubblica con soldi nostri e non di privati come invece è successo per la nuova biblioteca, il centro anziani e la Piazza Lemine”. Soddisfazione anche Rino Pozzi (vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici): “Nel giro di pochi mesi un altro tassello importante per la pratica dello sport in paese è diventato una realtà con buona pace anche delle mamme che potranno mandare i loro figli a giocare con meno preoccupazione”. “In futuro – ha concluso Cornago – con impegno di spesa di 90.000 euro occorrerà mettere mano anche all’impianto di illuminazione del campo da gioco”. (Bruno Silini)


Leggi anche: 40 anni del Paladina Calcio

Print Friendly, PDF & Email

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli