Home VITA BERGAMASCA LAGHI Elezioni 2019 Cenate Sopra, intervista al candidato sindaco Andrea Altini

Elezioni 2019 Cenate Sopra, intervista al candidato sindaco Andrea Altini

1808
CONDIVIDI
Candidato sindaco Andrea Altini

L’intervista al candidato sindaco Andrea Altini  (32 anni, consulente bancario) in campo per le elezioni amministrative 2019 a Cenate Sopra con la lista civica “Monte Misma



Perché ha scelto di candidarsi alla carica di sindaco?
Perché è il mio paese natìo! Ci sono cresciuto e ho vissuto la sua comunità prima in oratorio e poi nelle sue istituzioni da consigliere comunale, fondatore e volontario del gruppo di protezione civile. Sindaco vuol dire essere primo e ultimo cittadino allo stesso tempo.

Un giudizio sull’operato dell’amministrazione negli ultimi cinque anni?
Nelle difficoltà di bilancio degli ultimi anni, dovuti principalmente al taglio dei trasferimenti al comune dallo Stato, un punto fondamentale è stato centrato: la difesa dell’ambiente e la tutela del territorio. Per quanto riguarda l’eredità più importante che ci ha lasciato il Sindaco Foglia da un punto di vista di umanità lo stiamo vivendo tutti in questi giorni di campagna elettorale: la correttezza, il rispetto e il clima completamente cambiato tra chi la pensa in modo diverso.

Tre doti che ritiene di possedere per amministrare nel modo migliore?
Ne indico solo una che reputo essenziale: il saper ascoltare TUTTI anche e soprattutto chi non la pensa come noi perché per migliorarsi dobbiamo far nostre le critiche costruttive rispettando il pensiero, ribadisco di TUTTI.

Cosa manca al paese che lei si impegnerà a concretizzare?
Bonus mamma comunale da spendere nella nostra farmacia per l’acquisto di prodotti per l’infanzia, il progetto pensionati/esercenti attraverso il quale chi farà acquisti nei negozi presenti nel nostro Paese usufruirà di particolari sconti per supportare non solo
i pensionati ma anche i nostri negozianti sempre più in difficoltà. Poi, il tunnel di collegamento tra la nuova scuola e la palestra, il progetto del nuovo centro sportivo e soprattutto la manutenzione del nostro territorio sempre più a rischio dal punto di vista
idrogeologico.

C’è un ruolo strategico che il paese potrebbe occupare nel contesto della nostra provincia?
Assolutamente sì! La componente sovracomunale è diventata essenziale per la cronica mancanza di fondi e per i continui tagli alla spesa pubblica. Un ruolo sempre più attivo negli enti sovracomunali quali per esempio l’Unione dei Colli è fondamentale per portare avanti servizi che purtroppo da soli non saremmo più in grado di mantenere.

Come descriverebbe ad un estraneo il paese per il quale si candida?
Un territorio stupendo in cui il verde dei boschi e dei prati è preponderante rispetto a tutto il resto, in cui la qualità dell’aria è garantita dalla presenza del nostro Monte Misma!

Quale è oggi la difficoltà maggiore nell’essere sindaco?
Gli anni delle vacche grasse sono finiti… Le difficoltà di far quadrare i conti del bilancio in rapporto alle promesse fatte sono numerose, ma una presenza costante del Sindaco supportato da una squadra che connubi l’esperienza di consiglieri con un passato da amministratori e l’entusiasmo dei candidati più giovani può fare la differenza!

Come intende affrontare le situazioni di marginalità sociale del suo territorio?
Continuando a supportare i progetti messi in campo dall’ultima amministrazione comunale la quale ha dato lavoro a decine di persone residenti in paese perché siamo dell’idea che il solo assistenzialismo non serve a nulla.

Il suo politico di riferimento (anche passato) e perchè?
Purtroppo la politica nazionale è sempre stata lontana dalla nostra realtà; seguendo e ascoltando gli amici legati al governo attuale sembrerebbe che qualcosa si stia muovendo. Per esempio i 50.000 euro che il nostro comune ha ricevuto e attraverso i quali verrà sostituita la caldaia che serve la scuola nuova, la palestra e il centro civico. Molto interessante il progetto del Governo Proteggi Italia per il quale sono stati stanziati fondi contro il dissesto idrogeologico non solo per le emergenze, ma anche e soprattutto per la prevenzione.

A un indeciso in cabina elettorale cosa gli direbbe per farsi votare?
Che non siamo nulla senza il suo sostegno che non deve concretizzarsi solo nel voto ma anche e soprattutto nella presenza costante e nella partecipazione durante i cinque anni di mandato! Difenderemo il valore dei nostri immobili difendendo e tutelando il territorio in cui viviamo.

Candidati consiglieri: Brevi Moira, Carminati Raffaele, Cattaneo Giovanni, Gaverini Mirangela, Marchesi Battista, Nava Annalisa Francesca, Poloni Alex, Valenti Maurizio, Valle Matteo, Zanchi Mario.

Tutti i sindaci intervistati da socialbg.it




I candidati non ancora contattati che avrebbero piacere ad una intervista senza tagli o interpretazioni possono mandare un messaggio alla pagina facebook socialbg. Grazie

CONDIVIDI