L’intervista al candidato sindaco Graziano Martinelli (66 anni, medico di famiglia) in campo per le elezioni amministrative 2019 a Lovere con la lista civica “Lovere Domani“.




Perché ha scelto di candidarsi alla carica di sindaco?
Ho 66 anni, faccio il medico di famiglia da oltre 40 anni e sono giunto ormai alla conclusione del mio percorso professionale. Dopo avere declinato più volte l’invito a un impegno diretto nell’amministrazione locale, ritenendolo incompatibile con gli impegni professionali e famigliari, ho deciso di accettare la proposta di candidarmi alla carica di sindaco, consapevole della responsabilità che questo comporta, ma con la determinazione e il convincimento di poter onorare al meglio tale impegno.

Un giudizio sull’operato dell’amministrazione negli ultimi cinque anni?
Alcune luci e molte ombre. E’ stato fatto molto sulla promozione turistica e sul rilancio dell’immagine di Lovere, che ha goduto, come tutti i paesi del lago d’Iseo dell’effetto di traino di Floating Pears, attraverso eventi e manifestazioni spettacolari. Molto meno è stato fatto per migliorare la qualità di vita dei loveresi, lasciando irrisolti molti problemi, dalla viabilità ai parcheggi, dal centro storico ai quartieri più periferici, dalla tutela ambientale alla cura del verde pubblico.

Tre doti che ritiene di possedere per amministrare nel modo migliore?
Propensione all’ascolto, riflessività , condivisione.

Cosa manca al paese che lei si impegnerà a concretizzare?
Manca una chiara strategia sovracomunale nell’affrontare i problemi di Lovere inserita nel contesto di un territorio omogeneo. Questa è una condizione imprescindibile per affrontare in modo moderno e lungimirante le tematiche del nostro tempo. In questo contesto vanno inquadrati aspetti che riguardano la viabilità, la tutela dell’ambiente, uno sviluppo turistico sostenibile, molti servizi alla persona. Solo per fare alcuni esempi.

C’è un ruolo strategico che il paese potrebbe occupare nel contesto della nostra provincia?
Lovere possiede un patrimonio storico, artistico e culturale che credo non abbia rivali nella provincia, per una cittadina di queste dimensioni. Inoltre è sede di un polo scolastico di grande tradizione e che continua ad essere molto attrattivo per molti paesi, senza contare la presenza di una realtà industriale quale la Lucchini SR che rappresenta una eccellenza internazionale.

Come descriverebbe ad un estraneo il paese per il quale si candida?
In parte ho già risposto. Aggiungerei un paese ricco di risorse umane, associazioni di vario genere, dallo sport al volontariato, alla cultura,al turismo ecc. da valorizzare meglio attraverso una rete che ne favorisca la collaborazione e l’interscambio al fine di ottimizzare i risultati e non disperdere energie. Grande potenzialità per un turismo rispettoso dell’ambiente e delle persone, siano esse residenti o visitatori.

Quale è oggi la difficoltà maggiore nell’essere sindaco?
Lo scoprirò se sarò eletto, ma credo siano molte e che vadano tutte affrontate con calma, serenità e grande impegno e condivisione. Credo sia il metodo giusto.

Come intende affrontare le situazioni di marginalità sociale del suo territorio?
Fortunatamente fino ad ora direi che non abbiamo grossi problemi di marginalità sociale, se non quelli per così dire fisiologici. Spero solo che il clima di intolleranza e di odio che sta percorrendo il paese non contamini anche la mia comunità. Farò ogni sforzo per evitarlo o se il caso contrastarlo.

Il suo politico di riferimento (anche passato) e perchè?
Mi viene in mente il nome di Mino Martinazzoli, un politico del nostro territorio, di caratura nazionale che si è distinto per onestà, coerenza, ricerca del dialogo e grande spirito di tolleranza.

A un indeciso in cabina elettorale cosa gli direbbe per farsi votare?
Lo spirito della mia azione amministrativa: ascoltare tutti, parlare con tutti, decidere e agire secondo scienza e coscienza, come ho sempre cercato di fare nell’esercizio della mia professione di medico.

Candidati Consiglieri: Aliverti Renata Maria Ines, Baldassari Marta, Benaglio GianAntonio, Bonomelli Marco, Ferrari Francesca , Gazzani Daniele, Giolo Chiara, Mella Plinio, Savio Chiara, Sciortino Paola, Vaninetti Ernesto, Zanardini Eugenia..

Tutti i sindaci intervistati da socialbg.it




I candidati non ancora contattati che avrebbero piacere ad una intervista senza tagli o interpretazioni possono mandare un messaggio alla pagina facebook socialbg. Grazie

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli