Trasmesso alle 15 di ieri in premiére sul canale YouTube di Roby Facchinetti, è ora online il videoclip ufficiale del suo nuovo singolo, in rotazione radiofonica da ieri, venerdì 19 febbraio 2021. Si tratta di Cosa lascio di me, estratto dall’album Inseguendo La Mia Musica, rilasciato a settembre 2020 e distribuito da Believe Digital.

Autore della parte musicale è lo stesso Facchinetti, mentre il testo del brano è di Maria Francesca Polli. Anche l’autrice ha annunciato nella giornata di ieri sulla propria pagina Facebook l’uscita del brano. Questo il suo commento: “C’è un po’ di tutti noi, di tutti voi in questa canzone. Buone e belle emozioni a tutti con tutto il mio cuore”.

Un testo dolce quello scritto dalla Polli, che si accompagna perfettamente ad una base musicale che ha un sapore trionfale e che a tratti ricorda quella di un musical, degna della scrittura musicale del miglior Facchinetti. Tema centrale del brano è la consapevolezza che in ogni persona che incontriamo nella nostra vita lasciamo sempre una parte di noi. Un testo importante dunque, impreziosito da una vocalità e da un “marchio di scrittura” dal timbro inconfondibile, quello di Roby Facchinetti.

Un brano intenso e commuovente che sin dal momento della sua pubblicazione, è stato uno dei più apprezzati anche dallo stesso pubblico dell’artista bergamasco.

Cosa lascio di me: il videoclip

Pubblicato nella giornata di oggi anche il videoclip di Cosa lascio di me. Fotografie in bianco e nero, 100 in tutto, che raccontano attimi pubblici e privati della vita del cantante bergamasco si alternano in modo armonioso alle immagini a colori riprese nelle scorse settimane a cavallo tra le rive del Lago di Garda e la cima del Monte Baldo. Alla regia un impeccabile Gaetano Morbioli, che tra l’altro ha curato tutti gli ultimi videoclip di Facchinetti.

Un videoclip realizzato in modo tale da adattarsi perfettamente alla tematica cantata nel brano. Ogni incontro della nostra vita lascia un segno nelle persone che incontriamo, lascia qualcosa di noi. E in questo videoclip Facchinetti ha voluto racchiudere tutte le persone più importanti della propria vita. Non solo la sua famiglia dunque, ma anche le persone con cui ha condiviso parte della propria vita lavorativa.

Ed ecco che allora accanto alle immagini private di un Roby Facchinetti ancora bambino, a quelle dei genitori, della moglie, di fratelli, figli e nipoti, trovano spazio fotogrammi che tutti conosciamo. Immagini che raccontano attimi indimenticabili dei cinquant’anni di storia dei Pooh. Tra momenti importanti, come la vittoria a Sanremo, e altri più divertenti, tra fuochi sui palchi e folle ai concerti, anche scatti che raccontano quegli abbracci indimenticabili con chi di loro non c’è più.

Le immagini si abbracciano perfettamente alla musica, tanto che guardandolo sembra proprio di essere di fronte al “trailer” di una vita, quella di Roby Facchinetti, dove attimi privati e carriera si sono intrecciati continuamente. Una vita che come quella di tutti gli artisti, una volta chiuso il sipario torna a cullarsi tra gli affetti più stretti. Una vita, quella di Facchinetti, che è stata impreziosita anche da tutto quello che le persone che ha incontrato in questi anni hanno lasciato dentro di lui e che lui stesso ha impreziosito con la sua musica e la sua sensibilità. Il finale trionfale del brano incornicia perfettamente tutto questo, e sembra quasi suggerire all’ascoltatore la soddisfazione di chi ha, nella propria vita, realizzato tutto, o quasi, ciò che desiderava.

Vediamo insieme il videoclip di Cosa Lascio di Me: