Praticamente in trappola con il treno in arrivo. Per evitare il peggio hanno innestato la retromarcia rompendo la prima sbarra del passaggio a livello. L’incidente martedì alle 19

Intrappolati con l'auto nelle sbarre del passaggio a livello

Tanta paura in via Roselli

Ce la facciamo? Non ce la facciamo? Si, ce la facciamo. Ma passata la prima sbarra in abbassamento del passaggio a livello di via Roselli due ragazzi a bordo di una Ford CMax hanno capito che passare sotto la seconda sbarra era impossibile. Praticamente in trappola con il treno in arrivo. Per evitare il peggio hanno innestato la retromarcia rompendo la prima sbarra.  Il fatto è accaduto in via Roselli, martedì intorno alle 19. I due giovani, secondo le indagini condotte dalla polizia locale, provenivano da via Roselli con l’intenzione di curvare a destra imboccando via Pizzo Recastello. Senza la retromarcia (lievi i danni all’auto) la situazione avrebbe potuto evolvere anche in maniera tragica. Fortunatamente nessuno ha subito danni fisici e i treni non hanno patito ritardi sulla tabella di marcia.

In arrivo la multa salata

Solo tanto spavento per un treno che avrebbe potuto travolgere l’auto con i ragazzi. Resta comunque da sottolineare che l’allarme della centrale operativa della polizia locale è stata tempestivo. Oltre ad inviare due auto sul posto ha allertato le Ferrovie per informare dell’auto in mezzo ai binari. Una mossa che ha permesso ai treni che transitavano in quel punto di rallentare la corsa mentre gli agenti sbloccavano la situazione.  Dopo mezz’ora tutto tornava a funziuonare normalmente grazie ai tecnici delle Ferrovie. I ragazzi, oltre a riparare l’auto, dovranno far fronte ad una multa che si preannuncia salata. (fonte L’Eco di Bergamo)

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli