1) Avete espulso la Consigliera Corrado Francesca. Una decisione forte. Cosa è successo? 
Anzitutto va precisato che sono mesi che si chiede alla Consigliera Corrado di condividere mozioni e interpellanze cui hanno il logo e la scritta gruppo consiliare Progetto Ponteranica… ma con risposte piccate ci ha mandato a stendere

2) La Corrado ha detto di votare “secondo i suoi principi morali” anche se vanno contro le linee guida del gruppo. Viene da pensare che chi ragione con la propria testa sia fuori. E’ così oppure c’è dell’altro sotto?
La morale… sai quante volte ho studiato etica e morale? L’ho appresa dai Padri Sacramentini di Ponteranica (persone già molto avanti negli anni 80), dove il giudizio/voto veniva rilasciato sulla base dei talenti (potevo dare 10 ma non davo il massimo e quindi mi abbassavano il voto e capitava che un mio compagno di banco che poteva dare 7 e consegnava una relazione come la mia, sfiorava il 9/10)… Provengo da una famiglia cattolica e sono impegnato nel volontariato, amministro l’associazione ASD OMERO a gratis e dal punto di vista lavorativo, sono amministratore di una bella azienda: vuoi che non uso etica e morale? Politicamente ho sempre guardato e agito per meri interessi pubblici… in modo tenace, a volte burbero, ma sempre trasparente. Non mi piace prendere per il naso la gente. Certo, sto lavorando un poco sulla “morbidezza del lessico” anche se sono portato più per i numeri che per la grammatica. Tutti dobbiamo ragionare con la nostra testa. E’ un dono del Creatore e come tale, va usato per un unico fine: il bene.

3) Un giro lungo… tornando a noi?
La maternità surrogata oltre che la dignità della donna richiede una riflessione etica e morale per la donna in primis ma egoisticamente per tutti noi che, grazie a Dio, veniamo concepiti nel grembo materno attraverso un’unione tra un uomo e una donna. In un gruppo, si è certamente liberi di muoversi in coscienza, ma attraverso un confronto si trova una linea comune. Parliamoci chiaro: la consigliere Corrado poteva astenersi oppure, in dissenso dal gruppo di appartenenza, non partecipare alla votazione. Invece ha scelto l’opzione spaccatura appoggiandosi alla attuale maggioranza che amministra Ponteranica. Si professa leghista ora … precisamente Lega Salvini Premier e vota contro per gusto, dimenticandosi che il proprio leader ha presentato in Senato una proposta di legge simile alla mozione da me presentata accogliendo anch’esso una richiesta d’aiuto da parte dell’associazione pro vita e famiglia.

4) Sospettate qualche inciucio con la maggioranza che sostiene il sindaco Nevola?
Non credo! il Sindaco Nevola è troppo intelligente per cadere in questi stupidi giochi. Credo che la consigliera Corrado possa essere “consigliata” da altri, purtroppo. Francesca è consigliere comunale grazie ai voti che le ho girato io con l’opzione in tandem voto donna e uomo. La Francesca del 2019 non la riconosco più e francamente faccio/ facciamo fatica a comprendere a che pro.

5) A proposito di maggioranza: anche loro perdono l’assessore di peso Dario Ceruti (Bilancio e Sport), anche lui testa pensante poco incline a farsi trascinare. La motivazione ufficiale è che nuove incombenze professionali lo assorbano tanto da non poter dedicare il tempo necessario al Comune. Da animale politico quale sei ti soddisfa oppure anche qui c’è dell’altro?
Ho ringraziato pubblicamente l’ex assessore Ceruti durante l’ultimo Consiglio comunale per quanto ha operato in veste di assessore al bilancio. Ho potuto ricredermi negli anni e tecnicamente è in gamba. Auguro a lui una crescita professionale. Potrebbe essere vera la storia che ha dato le dimissioni perché con il nuovo incarico lavorativo potrebbe trascurare il settore bilancio del nostro Comune. Non credo invece che le dimissioni da consigliere comunale avvalori tale tesi in quanto un consigliere di maggioranza non ha impegni gravosi se non una decina di sedute consiliari annue. Voci da bar seppur in tempo di pandemia dicono che vi sia dell’altro. Detto questo, ribadisco che manco conoscevo i problemi del mio gruppo, figuriamoci se mi vengono relazionate problematiche del gruppo di maggioranza.

6) Una domanda sulla pandemia: il Comune si è dimostrato all’altezza della situazione?
Il Comune di Ponteranica, come tutti gli enti locali, ha ricevuto un pacco di soldi, alcuni usati in modo improprio. Ponteranica ha la fortuna di avere un bacino di volontariato davvero invidiabile e questo è un forte aiuto per chi amministra e per chi riceve gratuitamente un servizio; sto pensando alla Protezione Civile, agli Alpini, all’Avis, all’Aido, alle parrocchie, a Ruotamica, all’Aeper, all’Auser, al centro di ascolto ecc (spero di non aver dimenticato nessuno). Mi chiedi se il Comune si è dimostrato all’altezza? Rispondo, che con l’aiuto di tutti (indipendentemente dal pensiero politico ma solo per un interesse comune o alla persona) SI si è dimostrato all’altezza; e con questo siamo al punto di partenza.

Leggi anche: La Consigliera Corrado espulsa da Progetto Ponteranica. Parla Minetti

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli