Niente taglio di 18 pini marittimi in via degli Alpini a Paladina. Una manifestazione di protesta capeggiata da un gruppo di ragazze ha di fatto impedito l’esecuzione del taglio degli alberi “pericolanti” deciso pochi giorni fa dall’Amministrazione comunale di Paladina. La conferma della manifestazione di protesta è arrivata intorno a mezzogiorno da un’agente della Polizia Locale impegnato a fotografare i cartelloni di contestazione appesi al parapetto  che divide la piazza Vittorio Veneto dall’ingresso del Municipio. “Un paese che distrugge il suo suolo distrugge sé stesso” e “Fate manutenzione. non abbattete tutto senza ragione!!!” sono i messaggi lanciati all’attenzione del sindaco Gian Maria Brignoli.

Questa mattina alle 6 la via degli Alpini avrebbe dovuto essere transennata per permettere agli uomini dell’azienda agricola Cattaneo di Valbrembo di abbattere in tutta sicurezza i 18 pini marittimi. Ma la contestazione montata da un gruppo di ragazze ha bloccato il tutto. Per ora non è stato possibile avere dichiarazioni dal sindaco Gian Maria Brignoli su quanto accaduto.

Leggi anche: Paladina vuole abbattere 18 pini marittimi lì da 50 anni. Cosa ne pensi?


Autore

Bruno Silini

Giornalista di PrimaBergamo, precedentemente dell'Eco di Bergamo. Blogger, content editor, esperto di social network. Autore con Evi Crotti e Alberto Magni del libro "L'immagine e l'anima. Donne famose del '900" pubblicato nel 2007. Nello staff comunicazione della Cisl Bergamo. Iscritto all'albo dei giornalisti della Lombardia.

Vedi tutti gli articoli