Una richiesta specifica per istituire a Urgnano una Consulta dei Giovani che potesse offrire il suo contributo accanto a quelle già esistenti al bilancio, ai servizi sociali e all’urbanistica. Al sindaco Marco Gastoldi l’idea non è piaciuta e a colpi di maggioranza ha bocciato la proposta arrivata Simone Bonfadini, capogruppo della Lega in Consiglio comunale. Si trattava di una comissione trasversale dove i membri interni venivano nominati dai gruppi consiliari in modo da garantire la rappresentatività proporzionale a tutti i partiti presenti in Consiglio comunale.

Visto la bocciatura del primo cittadino Gastoldi, questa mattina i rappresentanti della Lega Giovani Media Pianura Bergamasca sono scesi a manifestare a Urgnano in via Matteotti. “In seguito alla decisione della Giunta Gastoldi di non istituire la Consulta Giovani abbiamo deciso di far sentire la nostra voceha rimarcato Luca Montanelli della Lega giovani – . La Consulta dei Giovani avrebbe permesso alle nuove generazioni di Urgnano di parlare dei temi che li riguardano in prima persona e di sollevare proposte da sottoporre all’attenzione del Consiglio Comunale della cittadina della Bassa bergamasca. Abbiamo ribadito che, visti i dati dell’elevato astensionismo alle ultime elezioni amministrative, è importante coinvolgere i giovani in ogni modo“.

Evidentemente – ha proseguito Montanelli – qualcuno ha altre priorità e si disinteressa ai bisogni delle future generazioni. Per noi invece i giovani e il loro coinvolgimento nella vita pubblica sono non una priorità, ma LA PRIORITA’. Non c’è futuro se non si permette alle ragazze e ai ragazzi, di qualsiasi appartenenza politica, di elaborare le proprie idee e metterle in campo“. La speranza è che il sindaco possa ripensarci.

Print Friendly, PDF & Email

Tagged in:

,